Salvatore Lupo Favara

Il nostro beneamato presidente del consiglio comunale di Favara Salvatore Lupo, papabile candidato a sindaco nella prossima tornata elettorale, ras di piazza Cavour per la mole dei suoi investimenti milionari, l’uomo dal sorriso berlusconiano sempre pronto, si scopre essere una sorta dr Jekill e mr Hide. Salvatore Lupo stato coinvolto nell’indagine sulla “casa degli orrori” a Licata, che ha portato a degli arresti eccellenti il 18 gennaio 2016, nella qualità di amministratore unico della società che gestisce la struttura.
Nella “casa degli orrori” di Licata gli operatori sottoponevano alcuni minorenni e/o inabili psichici affidati per ragioni di cura, vigilanza, assistenza e sostegno psicologico alla comunità, a maltrattamenti di natura fisica e psicologica tali da cagionare in loro gravi sofferenze ed umiliazioni. “Senza alcuno scrupolo per la condizione di fragilità psico-fisica dei minori con deficit mentali e degli altri ospiti disabili, ricorrevano sistematicamente all’inflizione di punizioni come il digiuno, il divieto di contatti telefonici con i familiari, la reclusione all’interno delle stanze da letto; sottoponevano quotidianamente un ospite a gravose limitazioni della propria libertà personale tenendolo il giorno e la notte legato con catene in ferro alla struttura metallica del proprio letto; mantenevano precarie condizioni igienico sanitarie all’interno della struttura utilizzando acque contaminate da batteri coliformi; distribuivano per il consumo alimenti in cattivo stato di conservazione e scaduti”. Il presidente del consiglio comunale di Favara Salvatore Lupo, nella qualità di amministratore unico della “SuamiSocietà Cooperativa sociale – ONLUS”, è accusato di non aver impedito agli operatori di sottoporre alcuni ospiti ai maltrattamenti di natura fisica e psicologica; e di tenere legato mediante una catena in ferro assicurata con lucchetto alla struttura metallica del proprio letto un altro ospite. I fatti contestati sono questi anche se è vero che se fossero stati di una certa gravità certamente il nostro Lupo mannaro sarebbe in gattabuia. Ciò non toglie che nella sua qualità di amministratore e di supervisore della “casa degli orrori” non potesse non sapereTacere omertosamente in nome del cinico spirito del business lo rende moralmente corresponsabile dei fatti accaduti seppur non compiuti dallo stesso. Lasciare i bambini nelle mani degli orchi senza battere ciglio è mostruso. Salvatore Lupo nelle vesti dr Jekill e mr Hide, con questa grave macchia, non può al momento rappresentare la seconda carica istituzionale di Favara. Nell’attesa della verità giudiziaria deve dimmettersi immediatamente. E’ un dovere nei confronti di Favara e di tutti i favaresi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *