piazza cavour

Domanda: perché a Favara le cose non cambieranno mai? Risposta: perché nessuno vede e parla. Esempio n.1: quasi tutte le opere realizzate con il progetto Ortus sono inutili e squallide. Esse ci appaiono nella loro essenza tutte le volte che le osserviamo. Quante voci si sono alzate per denunciare questo spreco di denaro pubblico? Quasi nessuna e quelle poche sono rimaste inascoltate.

Esempio n.2: la pavimentazione viaria di piazza Cavour fino a piazza “matrice”. A un anno e mezzo circa dalla sua ultimazione (tralasciando il pietoso aspetto estetico e il modo di esecuzione di pessima manovalanza) il lastricato è in buona parte dissestato. Attraversandola si balla il twist con le nostre autovetture. Quanti hanno denunciato questo scempio? Nessuno. E dire che oggi piazza Cavour è frequentata dai tanti giovani, dalla politica e dalla cittadinanza in generale. I muti e i ciechi a Favara dominano lo scenario sociale. E’ mai possibile che nessuno si sia chiesto chi e perché ha voluto realizzare quest’opera, chi l’ha diretta e supervisionata, chi l’ha collaudata? A ciò non credo, ma ritengo verosimile che a prevalere, come sempre, sia l’indole di onorabilità dei favaresi: “nenti sacciu, nenti vitti e si c’era durmiva”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *