Ieri 13/05/2014 su convocazione del segretario di circolo Carmelo Vitello, si è riunito il direttivo del PD di Favara alla presenza del segretario provinciale Peppe Zambito per discutere del punto all’ordine del giorno: “Verifica sul documento politico – programmatico ed azione amministrativa del sindaco Manganella”.

In un ampio e serrato dibattito, la maggioranza dei membri del direttivo hanno espresso forte disagio e malessere nei confronti dell’azione politica del sindaco Manganella, lontana dall’ attuazione dei punti salienti del documento politico-programmatico, stilato ed approvato all’unanimità dal direttivo.  Il documento è stato presentato pubblicamente in data 5 aprile c.a. dal segretario di circolo Carmelo Vitello, alla presenza dell’on. Tonino Moscatt, del segretario provinciale Peppe Zambito, del sindaco Rosario Manganella, dei militanti Pd, nonché alla presenza della stampa invitata.  Il manifesto politico programmatico del Pd è stato redatto con l’obiettivo di riconciliare l’amministrazione con la città ed affrontare, con metodo nuovo e partecipato, i nodi decisivi della vita amministrativa indicando sia obiettivi concreti e verificabili, che una nuova visione strategica, presente e futura, capace di ricostruire un nuovo corso politico e sociale per la città di Favara.

Continuiamo ad essere convinti che per far ciò è indispensabile diventare attenti osservatori dei fenomeni che si manifestano nella città e nel territorio che ci circonda, ascoltando le istanze dei cittadini, delle associazioni, della chiesa, delle parti sociali e degli operatori. Diventare interpreti, indicare prospettive, individuare azioni e politiche adeguate, aggiustare e innovare strumenti e procedure, è  il diktat del Partito democratico.

Si ritiene che, ad oggi, tutto ciò è stato disatteso dal sindaco Manganella.

Tenuto conto di ciò, la maggioranza del direttivo esprime malessere e perplessità per le azioni maturate dal sindaco che, nei fatti, seguono un percorso diverso rispetto a quanto espresso nel documento politico programmatico. Nel processo di coerenza e condivisione è necessario, per il Pd, continuare a portare avanti le azioni politiche fissate nel programma, diventando cantiere di “buona politica”, capace di attenzionare , esclusivamente, l’interesse dei cittadini e di coloro che vivono situazione di disagio e di difficoltà.  In una città “ferma, stanca e paralizzata” non si può più perdere ulteriore tempo, serve un partito capace di confrontarsi e di parlare ad alta voce dei problemi della gente: La città e i cittadini prima di tutto!

Preso atto dei sentimenti e degli umori espressi dai membri del direttivo, il segretario provinciale Zambito si fa carico di incontrare il sindaco Manganella per comprenderne le azioni politiche e verificare quanto espresso in seno al direttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *