Lettera aperta, al Presidente del Consiglio Comunale e ai Consiglieri Comunali di Favara.

Come è noto a tutti, la situazione finanziaria dell’amministrazione comunale non è delle migliori e spesso non può garantire i cosiddetti servizi essenziali. Abbiamo visto, infatti, l’incuria ed il degrado della Villa della Pace (divenuta ormai una foresta); le strade piene di buche (molto spesso causa di disagio per i cittadini che lamentano grossi danni ai loro veicoli); non parliamo poi della fantastica vista dei sacchetti della spazzatura appesi al laccio con ganci da macellaio (tra l’altro pericolosi).

Ci “piace” quindi pensare che il degrado che vediamo sia causato solo da condizioni economiche precarie.
Vista la sporcizia ed il totale abbandono della città di Favara, perché far pagare ai cittadini un doppio gettone di presenza per la discussione di uno stesso argomento?

Il nostro riferimento và alla seduta del consiglio comunale dello scorso 16 maggio, dove la votazione sull’interpretazione autentica dell’art. 75 bis comma 8 del regolamento cimiteriale è stata sospesa (per un vizio procedurale di convocazione) e rinviata al prossimo 27 maggio.

Pertanto, vorremmo rivolgere un invito: Presidente del Consiglio Comunale, signori Consiglieri evitiamo ulteriori sprechi di danaro pubblico, impegnatevi a non percepire nessun gettone di presenza per la seduta consiliare del 27 maggio p.v.

Bisogna essere più rispettosi e coerenti nei confronti di tutti i cittadini favaresi. Così facendo, i soldi che si andrebbero a risparmiare, potrebbero essere utilizzati per la cura della città visto, ad esempio, l’imminente arrivo di zecche e zanzare.

Sicuri di un Vs. positivo riscontro in merito alla presente, l’occasione è gradita per ringraziare e porgere distinti saluti.

MoVimento 5 Stelle Favara