Siciliatv FavaraFinalmente (per loro!) si è risolta la vicenda del mancato rinnovo del contratto a SiciliaTV da parte del Comune di Favara. Il clan dei potenti “sorci roditori” colpisce ancora e ottiene il prezioso formaggio per la loro sopravvivenza.SiciliaTV, con una gara pubblica sottotonoartatamente ad hoc (difatti era aperta a tutte le TV locali, come se a Favara a parte loro ci fossero altre emittenti TV), dopo mille peripezie e genuflessioni verso il potere politico, ancora una volta si è aggiudicato

il servizio “pubblico” per la trasmissione in convenzione delle sedute del Consiglio Comunale di Favara. Una grande e preziosa utilità di cui la cittadinanza non ne poteva fare a meno. Quarantaquattromila euro per un anno fino a luglio 2013. Soldi sottratti dalle disastrate casse comunali, che l’Ente Comune ovviamente recupererà dai cittadini sopratutto con l’aumento dell’IRPEF. Le elezioni regionali in Sicilia sono oramai alle porte e non si poteva tergiversare oltre. La politica ha bisogno di una propria cassa di risonanza e di propaganda ed è notorio che la televisione è uno straordinario mezzo di potere che entra nelle case, forma consensi e distorce la verità secondo le convenienze del momento. SiciliaTV è sempre andata a braccetto con il potere politico, difatti è nata come megafono politico allora sotto la protezione della DC, dal quale ha ottenuto enormi benefici non ultimo l’ingresso al digitale terrestre a dispetto di altre emittenti storiche dell’agrigentino che sono rimaste fuori. Ovviamente la “voce del cittadino”, la rubrica che SiciliaTV ha creato al solo scopo di infastidire e ricattare i politici dando voce ai problemi reali della città, ritornerà in soffitta avendo esaurito il suo scopo. Ritornerà la voce di sempre, quella del padrone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *