Rosario Manganella 2 FavaraIl sindaco di Favara Rosario Manganella presto rischierà di essere coinvolto nel filone delle indagini su Girgenti Acque per nepotismo e di favoritismi amministrativi”. “La corte dei Conti ha messo con le spalle al muro Il Comune di Favara per i suoi conti non in ordine ed è ufficialmente in dissesto”. Se qualcuno, sulla base di queste e altre congetture, era giunto alla conclusione che finalmente, di punto in bianco, Favara si fosse liberata del sindaco Rosario Manganella senza colpo ferire ha certamente preso un grosso abbaglio. Infatti, il nostro nanetto dalle mille risorse, ancora una volta, ci ha stupito. Rosario Manganella con un colpo di teatro da “maestro” non solo ha fugato le voci sulla sua capitolazione ma ha rilanciato il suo impegno politico per Favara. La minaccia delle dimissioni, secondo indiscrezioni, è stata solamente un’abile manovra ricattatoria nei confronti dei suoi assessori e relativi padrini per tenerli sotto scacco. Nello specifico è stata rivolta a chi voleva remare contro determinate scelte (a quanto pare sulla metanizzazione e sul grande business della spazzatura) ottenendo così, dopo una notte infuocata, una blindatura politica “garantita” ai livelli più alti. Il compitino su cosa dire nella conferenza stampa dello scorso 22 dicembre 2015, convocata dallo stesso Rosario Manganella nel massimo riserbo senza fare trapelare nessuna indiscrezione sulle motivazioni, il nostro “maestro”, se l’era preparato a casa e ha annunciato che Favara, finalmente, avrà il metano. Peccato che nessuno si sia ricordato che anche l’anno precedente aveva detto quasi le stesse cose. L’ingegno al nostro primo cittadino non manca e oramai siamo più che rassegnati che fino all’ultimo giorno del suo mandato ce lo ritroveremo incollato alla sua poltrona.

One thought on “IL COLPO DI TEATRO DEL MAESTRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *