logo idv

In riferimento alle recenti disposizioni che hanno riguardato il ripristino della norma del diritto canonico che riguarda la celebrazione delle esequie nella Parrocchia di appartenenza del defunto, da credenti la riteniamo giusta, in quanto Favara costituiva un’eccezione alla regola, e forse era l’unica città in cui i funerali

si celebravano al cimitero e non in Chiesa, dove il fedele riceve i sacramenti del Battesimo,  dell’Eucarestia, della  Cresima, e del Matrimonio. Questo però, riteniamo, non sia incompatibile con le usanze ormai centenarie di manifestare il cordoglio da parte degli intervenuti al funerale ai parenti del congiunto, infatti, se ci spostiamo nella vicina Agrigento, le condoglianze vengono fatte all’interno o all’esterno della Chiesa, quindi è palese che ciò non è in contrasto con le norme del diritto Canonico. Se il divieto posto dal Sindaco di porgere le condoglianze fuori dalla Chiesa è motivato soltanto da esigenze di non ingorgare il già caotico traffico cittadino, riteniamo doveroso trovare una soluzione alternativa, in quanto non si può dall’oggi al domani cambiare le usanze di un’intera cittadinanza da decenni abituata a questo rituale. Pertanto riteniamo opportuno che le condoglianze possano continuare ad essere date nel Cimitero di Piana Traversa, dopo che le esequie siano state celebrate nella Parrocchia di appartenenza del defunto. Italia dei Valori invita il Sindaco e il Presbiterio di Favara, ad organizzare un incontro al fine di regolamentare al meglio tale problematica, in modo che si possa arrivare ad una soluzione che rispetti le leggi del diritto Canonico, ma che nel contempo permetta ai cittadini  favaresi di poter continuare a poter rivolgere al cimitero le condoglianze ai parenti del defunto. Si preannuncia che nel caso in cui non si arrivi ad una soluzione nel più breve tempo possibile, rilevati i diffusi malumori che serpeggiano in città , Italia dei Valori nonostante la mancata presenza in Consiglio Comunale, si farà promotore di una raccolta firme per indire un referendum cittadino al fine di revocare l’ordinanza del Sindaco nella parte che riguarda il divieto di porgere le condoglianze all’interno del cimitero di Piana Traversa.