Salvatore Sorce Favara

Lo scorso marzo, presso la Chiesa della B.M.V. dell’Itria, ha avuto luogo il 3° Incontro sul Bene Comune a Favara,  promosso dal Consiglio Pastorale Cittadino,  Area “Padre Pino Puglisi”, per al fine approfondire l’importanza del ruolo della PARTECIPAZIONE per una più diffusa percezione del Bene Comune a Favara. Per stimolare più numerose testimonianze è stato prezioso il contributo del prof. Salvatore Sorce che ha condotto una approfondita ricerca e che ha illustrato con l’utilizzo di slides. Un lavoro ben fatto e profondo soprattutto nella parte concettuale.
Partendo dall’etimologia del termine si è passati ai suoi diversi contesti di applicazione: Famiglia, Associazioni, Comitati, Partiti Politici, Comunità, ecc. ecc., evidenziandone, di volta in volta, i notevoli vantaggi derivanti.
La PARTECIPAZIONE, infatti, è un’efficace cura non solo per diluire i conflitti, ma anche per contenere le spinte di un estremo individualismo, per ricomporre frammentazioni e/o disgregazioni sociali, per assicurare maggiore controllo ai diversi sistemi, per influenzare positivamente i processi decisionali, perché migliora il senso di appartenenza comunitario, sviluppando più forti rapporti sociali. In ultima analisi la PARTECIPAZIONE, ponendosi come valida alternativa al sistema della delega disinteressata, consente tanto agli individui quanto alle comunità di divenire artefici del proprio destino.
Con la PARTECIPAZIONE, dunque, si cresce interiormente  e si migliorano quei processi che rafforzano la percezione e l’applicazione del Bene Comune. E non meno importante risulta la PARTECIPAZIONE Politica. A tal proposito, prendendo come riferimenti i numerosi esempi di donne ed uomini che hanno servito Dio anche attraverso la loro proficua applicazione nelle attività politiche e di governo, il Prof. Salvatore Sorce ha sottolineato, riportando significative citazioni di S. Tommaso Moro, Papa Leone XIII, Papa Paolo VI e, soprattutto,  Papa Giovanni Paolo II come “i fedeli laici non possono affatto abdicare alla partecipazione alla politica nel promuovere organicamente ed istituzionalmente il Bene Comune”.
Numerosi sono stati gli interventi  da parte  del pubblico presente che hanno consentito di raccogliere interessanti  testimonianze sull’argomento della serata.